“Sii saggio, guida sicuro”: decima edizione del progetto di educazione stradale. L’Ordine degli ingegneri di Napoli patrocina e sostiene l’iniziativa

Rafforzare la cultura della sicurezza stradale e della guida responsabile nei più giovani: sono gli obiettivi del progetto “Sii saggio, guida sicuro”, che, giunto alla decima edizione, vede da sempre l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli tra i soggetti patrocinatori e sostenitori. L’edizione 2024 del progetto – promosso dalla Regione Campania e attuato dall’Anci Campania con la collaborazione dell’Associazione Meridiani – è stata presentata in un incontro nel foyer dell’auditorium del centro di produzione Rai di Napoli.

Il presidente Gennaro Annunziata ha portato il saluto dell’Ordine, ed è intervenuta anche Ada Minieri, nel duplice ruolo di vice presidente dell’Associazione Meridiani e di consigliere segretario dell’Ordine degli ingegneri di Napoli.
La strada del rispetto ti porta ovunque“: questo il filo conduttore dell’edizione 2024 del progetto “Sii saggio, guida sicuro“, iniziativa itinerante che si articolerà nei prossimi mesi con incontri nelle scuole e negli atenei della Campania e si concluderà con una manifestazione in calendario l’8 maggio al Teatro Mercadante di Napoli.
Giunto alla sua decima edizione, il progetto ha incontrato ad oggi oltre 30 mila studenti degli istituti di primo e secondo grado del territorio campano e degli atenei della regione Campania. La formazione dei giovani – spiegano i promotori – è un investimento per il futuro del Paese e l’azione di educazione stradale e sensibilizzazione sui temi della sicurezza stradale del progetto “Sii Saggio, Guida Sicuro” è in linea con le strategie di azione del Piano Nazionale Sicurezza Stradale 2030 e dell’EU Road Safety Policy Framework 2021-2030.

ANNUNZIATA: INGEGNERI PROTAGONISTI DELLA SICUREZZA
Nel suo intervento di saluto, il presidente dell’Ordine degli ingegneri di Napoli, Gennaro Annunziata, ha ricordato come gli ingegneri siano chiamati a svolgere un ruolo da protagonisti per la sicurezza stradale, in tutti i loro ambiti disciplinari:gli ingegneri civili, per la progettazione, la realizzazione e la manutenzione delle infrastrutture viarie; gli ingegneri meccanici, per la progettazione di veicoli sempre più affidabili e sicuri; gli ingegneri del terzo settore per le innumerevoli applicazioni utilizzate per il monitoraggio del traffico, delle infrastrutture e per le sempre più diffuse applicazioni Ict che oggi corredano i veicoli“.
Naturalmente – ha aggiunto il presidente degli ingegneri – “va ribadito che il rischio zero non esiste, malgrado l’impegno e il progresso tecnico. C’è sempre l’imponderabile in agguato. E ci sono le variabili del fattore umano: ben vengano, dunque, iniziative come quella che si presenta oggi, che puntano sull’educazione e la sensibilizzazione dei giovani, a partire dalle scuole“.
Annunziata ha infine ricordato che da anni l’Ordine degli ingegneri di Napoli ha promosso una Commissione Sicurezza stradale, attualmente coordinata dal professor Alfonso Montella, annunciando che a breve sarà istituito un gruppo di lavoro nazionale su questo tema, nell’ambito del Cni.

ADA MINIERI: STRAGE DI GIOVANI

Gli incidenti stradali, ha ricordato Ada Minieri, sono in Italia la prima causa di morte per i giovani tra i 15 e i 24 anni. È di pochi giorni fa la notizia che la Campania è all’ottavo posto per incidentalità, con un triste primato per la provincia di Salerno“.
Prevenzione e controllo – ha aggiunto il consigliere segretario dell’Ordine degli ingegneri di Napoli – sono tra i fattori che possono ridurre il numero degli incidenti. In una fase storica in cui sono diventati temi nodali quelli della transizione ecologica e della mobilità sostenibile, si è sviluppata la consapevolezza che veicoli, infrastrutture e conducenti rappresentano una sistema connesso e complesso e quindi il lavoro per la sicurezza deve essere sinergico, congiunto, multidisciplinare. La sicurezza stradale vede infatti coinvolti tre fattori: il veicolo, la strada, l’uomo. Ed è proprio su questo terzo punto che andiamo ad incidere con il  progetto Sii Saggio, Guida Sicuro“.

TRE FASI
Il progetto – ha ricordato nel suo intervento Ada Minieri – si svolge in tre fasi.
– Un’attività di formazione svolta da un team di formatori presso istituti scolastici. Verranno coinvolti per l’occasione i comuni selezionati in base alla mortalità delle tratte stradali di competenza del territorio campano;
–  l’elaborazione di progetti da parte degli studenti che partecipano attivamente al concorso di idee “Inventa una soluzione per la sicurezza stradale;
– la premiazione degli elaborati prevista il giorno 8 maggio 2024 in Piazza Municipio, con esposizioni interattive sulla sicurezza stradale da parte degli enti coinvolti.

IL PRIMO EVENTO
Ad ospitare la prima tappa della decima edizione del progetto sarà Castellammare di Stabia, sabato 13 gennaio alle ore 10, presso il Liceo Scientifico “Francesco Severi”.
A ricevere gli oltre 500 studenti stabiesi saranno il dirigente scolastico Elena Cavaliere e Nello D’Auria, segretario ANCI Campania.

IL GRAN FINALE
L’appuntamento di chiusura della X edizione, come già accennato, è programmato per mercoledì 8 maggio 2024.
La premiazione del concorso di idee “Inventa una soluzione per la sicurezza stradalesi terrà al Teatro Mercadante.
In Piazza Municipio sarà allestito, con il contributo degli Enti, Fondazioni e Associazione di categoria che collaborano al progetto, il “Villaggio sulla Sicurezza stradale” che ospiterà testimonial del mondo televisivo, dello spettacolo e dello sport – a cura del CONI Campania – che affiancano e sostengono da anni il progetto.

IL PARTERRE DELLA PRESENTAZIONE
L’incontro di presentazione è stato introdotto da Annamaria Mauro, in rappresentanza del Centro di Produzione della Rai di Napoli che ha testimoniato la rinnovata partnership di Rai Pubblica Utilità, Rai Isoradio e Rai Campania.
Sono poi intervenuti: Mario Morcone, assessore alla Sicurezza della Regione Campania, Franco Picarone, presidente della Commissione Bilancio della Regione Campania, Carlo Marino, presidente dell’ANCI Campania, Nello D’Auria, segretario dell’ANCI Campania, Antonio De Iesu, assessore alla Legalità e Sicurezza del Comune di Napoli, Giuseppe Scanni, giornalista, scrittore, saggista e ideatore del progetto “Sii Saggio, Guida Sicuro”, Roberto Fasanelli, docente di Psicologia Sociale all’Università Federico II e segretario del Comitato Scientifico “Sii Saggio, Guida Sicuro”, don Tonino Palmese, presidente della Fondazione Polis, Nicola Montesano, responsabile della Struttura Territoriale Anas Campania, Giuseppe Casillo in rappresentanza del Gruppo Adler che fa capo all’imprenditore Paolo Scudieri, player mondiale del settore automotive e primo fornitore della Ferrari.
Ha moderato Gino Aveta, autore televisivo e radiofonico.
Testimonial della giornata di presentazione del progetto l’attore e cabarettista Alessandro Bolide.

————————-

Segui ogni giorno l’Ordine degli Ingegneri di Napoli e le sue attività anche:

sul sito istituzionale Ordine Ingegneri di Napoli
sulla pagina Facebook
sulla pagina Linkedin
sul canale YouTube
sul notiziario Telegram

consultando la rubrica Eventi dell’Ordine presente sul sito istituzionale
…. e QUI puoi trovare Opportunità di lavoro e di incarichi professionali costantemente aggiornate